“UN SILENZIO ASSORDANTE” 109 secondi di silenzio per le vittime di femminicidio

pubblicato in: Eventi | 0

Con il Patrocinio della Provincia di Pesaro e Urbino

25 Novembre 2013  a PESARO

In occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne del25 novembre, Percorso donna, con il Patrocinio della Provincia di Pesaro e Urbino, propone a Pesaro Un silenzio assordante: 109 secondi di silenzio in tutta la città e in tutte le sedi istituzionali in ricordo delle 109 vittime di femminicidio da gennaio 2013 ad oggi.

Un flash mob al quale tutti i pesaresi sono invitati a partecipare.

 

Quando: Pesaro il 25 novembre alle 10.00

 

Come: 109 secondi di silenzio, che dovranno essere osservati dalla città, dalle sedi istituzionali e soprattutto dalle scuole medie e superiori, in cui gli alunni nello stesso momento, contemporaneamente al resto della città , dovranno interrompere le attività  e restare in silenzio in ricordo delle vittime.

Una città  in silenzio. Sarà  un assordante silenzio.

Perchè abbiamo scelto il silenzio.

Perchè di femminicidio si parla molto ma si parla male, per lo più in modo sensazionalistico e patetico senza approfondire le dinamiche della discriminazione di genere che sottendono la violenza e senza contribuire in modo concreto e radicale al contrasto fenomeno. Così, dopo le grida delle vittime resta solo il silenzio, nel momento esatto che segue la loro morte.

109 secondi sono lunghi e noi crediamo che il SILENZIO possa aprire le porte a parole più consapevoli, facendo spazio nella mente, lasciando il posto a pensieri e riflessioni importanti sulle cause profonde della violenza.

Perchè abbiamo scelto il flash-mob.

Perchè la condivisione di un gesto compiuto nello stesso momento funge da cassa di risonanza per il messaggio. Il flash mob rompe la quotidianità e apre una finestra su un altro mondo. Un flash mob silenzioso, apre la finestra al ricordo e alla riflessione costruttiva.

Perchè le scuole.

Perchè la prevenzione deve partire dalle nuove generazioni, lavorando con i ragazzi e con i giovani per strutturare una nuova consapevolezza e volgere lo sguardo verso un nuovo sistema possibile di relazione tra i generi.

Hanno già aderito al flash mob Un silenzio assordante:

la Provincia di Pesaro e Urbino,

il Comune di Pesaro,

la sezione Terziario Donna della ConfCommercio di Pesaro e Urbino

Il comitato impresa donna della CNA di Pesaro e Urbino

Il flash mob nasce da un idea di Percorso Donna, l’associazione di promozione sociale fondata nel 2009 da quattro avvocate pesaresi, con volontà di far emergere, conoscere, combattere e prevenire la violenza di genere sul piano della cultura e dell’educazione.

A questo scopo Percorso Donna dal 2009 realizza e sostiene eventi culturali che creano coscienza attorno al fenomeno della violenza coinvolgendo la società civile, le scuole e le istituzioni, con dibattiti, cineforum, spettacoli teatrali e attività  di formazione: nelle scuole, agli operatori sanitari, alle forze dell’ordine e ai presidi di prima accoglienza per le vittime di maltrattamenti.

Fin dalla costituzione, Percorso donna è stata partecipe alla nascita del Centro antiviolenza provinciale “Parla con noi” con il coinvolgimento di buona parte delle associate nelle attività del centro in qualità  di operatrici volontarie.

Oggi Percorso donna conta 30 associate, appartenenti a diverse categorie professionali e dislocate in tutto il territorio della provincia.

Per saperne di più contatta Percorso Donna via mail all’indirizzo info@percorsodonna.com